Le rughe della marionetta: quali sono le cause e come possono essere trattate

rughe della marionetta

Le rughe della marionetta si formano tra gli angoli della bocca e il mento per cause legate al naturale processo di invecchiamento. Come ritardarne la formazione e come trattarle?

Le rughe della marionetta ricordano le linee sul volto dei burattini, da qui il perché del loro nome. Come quelle dei burattini però, danno al volto un aspetto lievemente imbronciato e malinconico, in particolare perché compaiono agli angoli delle labbra e tendono verso il basso.

Con le tecniche più moderne di medicina estetica questo inestetismo si può correggere: parliamo di filler mirati e personalizzati, pensati non solo per appianare le rughe ma anche ripristinare i volumi del volto e migliorare la compattezza e la tonicità della pelle, minimizzando il cedimento cutaneo legato al processo d’invecchiamento.

Come si formano le rughe della marionetta: quali sono le cause

Le rughe della marionetta sono tra i segni del tempo che compaiono fisiologicamente sulla pelle con l’invecchiamento. Le cause sono molteplici. 
Come tutte le rughe d’espressione iniziano a formarsi con il movimento dei muscoli mimici del volto: malumore e stress non aiutano, perché ci fanno mantenere un’espressione imbronciata, tanto simile a quella della “marionetta” alla quale vengono accomunate questo tipo di rughe.

A questo si unisce quanto accade nell’organismo con l’invecchiamento cellulareI fibroblasti che si trovano nel derma, lo strato di tessuto connettivo dell’epidermide con funzione di sostegno e riempimento, iniziano a produrre meno collagene e acido ialuronico. Come conseguenza, la pelle perde in compattezza ed elasticità, tendendo a cedere verso il basso per l’effetto della forza di gravità.

Il collagene è la proteina più abbondante e più importante per la pelle, perché forma, insieme all’elastina, una vera e propria “impalcatura” di sostegno che conferisce alla cute tonicità ed elasticità
L’acido ialuronico conferisce invece idratazione e riempimento, perché è un molecola in grado di legare una grande quantità di acqua. Anch’essa, come il collagene e l’elastina, è prodotta fisiologicamente dal nostro organismo.
Quando, con il passare del tempo, nell’organismo si verifica un deficit nella produzione di queste preziose sostanze, si iniziano a vedere sulla pelle i segni dell’invecchiamento: rughe più profonde, cedimento dei tessuti, disidratazione e perdita di turgore ed elasticità.

A questo bisogna poi aggiungere l’effetto di tutti quei fattori legati allo stile di vita, come l’alimentazione e le “cattive” abitudini.
Tra queste ultime, quella che più influisce negativamente sulla formazione delle rughe naso labiali è sicuramente il fumo. Oltre a promuovere la formazione dei radicali liberi, che sono considerati tra i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare, influisce negativamente anche sul mantenimento dell’idratazione e dell’elasticità cutanea.

Per quanto riguarda invece l’alimentazione, per mantenere idratazione e compattezza cutanea è particolarmente importante il consumo di acqua, frutta e verdura
Il perché dell’acqua è semplice: è la più naturale fonte di idratazione, e la percentuale della stessa nel nostro organismo è di circa il 70%. Frutta e verdura sono invece ricche sempre di acqua, ma anche di vitamine e sali minerali. 
La vitamina C è importante per la salute della pelle: oltre ad essere un antiossidante naturale stimola la produzione di collagene. Altrettanto importante per la pelle è la vitamina A, che ha un effetto levigante sulle rughe e sulle macchie della pelle, oltre a proteggere le mucose e regolare la produzione di sebo. La vitamina E ha invece un forte effetto antiossidante

I radicali liberi, prodotti normalmente dall’organismo, ma di più in situazioni di stress, se si accumulano causano danni al DNA cellulare e predispongono le stesse cellule all’invecchiamento. Se si aiuta l’organismo ad eliminarli, si contribuisce a contrastare l’invecchiamento: è questa l’importante azione che svolgono gli “antiossidanti”.

Come si attenuano le rughe della marionetta: quali sono i trattamenti

Per prevenire la formazione delle rughe della marionetta si può agire correggendo il più possibile la propria alimentazione e il proprio stile di vita.  Esistono poi dei veri e propri esercizi di ginnastica facciale che, svolti ogni giorno, aiutano a mantenere la pelle elastica. Alcuni esempi: mimare con le labbra un bacio mantenendo la posizione per circa 5 secondi, oppure creare dei movimenti circolari con indice e medio su entrambe le rughe per circa 10 secondi. Il tutto ovviamente va ripetuto in piccole serie, come i classici protocolli di esercizi in palestra.

La medicina estetica ha comunque messo a punto dei trattamenti con prodotti mirati e protocolli sempre meno invasivi, efficaci nella correzione dei principali segni dell’invecchiamento e nell’eliminazione delle rughe, comprese quelle della marionetta, considerate tra le più difficili da trattare.

Centri Medici di Eccellenza Radiesse®: filler innovativi con idrossiapatite di calcio

Nei Centri Medici di Eccellenza Radiesse® è disponibile una gamma di filler unica e innovativa, pensata per contrastare i segni dell’invecchiamento con risultati naturali e protocolli mini invasivi. Filler che intervengono letteralmente “a sostegno” dei naturali processi di rigenerazione della pelle, per valorizzare la bellezza autentica.

I trattamenti dei Centri Medici di Eccellenza Radiesse® sono a base di microsfere di idrossiapatite di calcio, che formano una struttura di sostegno, in grado di fornire ai fibroblasti del derma stimoli meccanici per produrre nuovo collagene ed elastina, dando come risultato un miglioramento graduale e continuo di texture, elasticità e luminosità della pelle.

Le microsfere vengono poi naturalmente riassorbite e degradate dall’organismo. I risultati si apprezzano al meglio dopo circa 3 settimane del trattamento.